Approfondimenti | 16 Luglio 2019

Cos’è l’indice ABI (o indice di Winsor)

L’Indice Caviglia/Braccio (ABI) detto anche indice di Winsor, misura la vascolarizzazione globale di un arto e, in base al suo valore, permette di dedurre una possibile occlusione o stenosi in atto. Lo stesso indice può inoltre indicare l’eventuale non comprimibilità di un vaso a causa di differenti fattori (Arterie calcificate o poco elastiche).

Tecnicamente è la comparazione tra la pressione arteriosa delle braccia e quella delle gambe. In un individuo in perfetta salute questi due dati corrispondono, con un indice compreso tra 1 e 1,4. Quando invece non è così, c’è la possibilità che la persona sia affetta da un disordine periferico dei distretti arteriosi, ovvero un’arteriopatia.

Che cos’è l’arteriopatia degli arti inferiori (AOP)

L’arteriopatia periferica (AOP) è un complicanza circolatoria che consiste nell’ostruzione delle arterie periferiche (solitamente degli arti inferiori) causata dalla presenza di restringimenti (stenosi) di varia natura che riducono la cavità delle arterie stesse.

Queste ostruzioni causano un insufficiente afflusso sanguigno nelle zone colpite, scatenato una serie di complicazioni, quali: dolori muscolari, claudicatio intermittens e altri danni ai tessuti non correttamente irrorati (ulcere).

Come si calcola l’indice pressorio Caviglia/Braccio

L’indice si calcola dividendo la Pressione sistolica rilevata sull’arto inferiore con la pressione sistolica brachiale.
Per esempio: per un paziente che ha una pressione arteriosa brachiale di 120/70 ed una pressione arteriosa alla caviglia di 140/95, il calcolo dell’ABI è dato dalla divisione di 140:120, ovvero 1,16.

Il controllo dell’indice ABI rappresenta l’indicatore di aterosclerosi ed altri eventi vascolari meno costoso e più semplice da applicare nella clinica ambulatoriale rispetto ad altri marker. Può essere eseguito da misuratori automatici che escludono l’errore umano e la soggettività della misurazione.

Scopri i vantaggi di MESI ABPI MD

Chi dovrebbe tenere sotto controllo l’indice ABI

La misurazione dell’indice ABI è consigliata in particolare a chi ha più di 65-70 anni (a prescindere dalle sue condizioni di salute), mentre per chi ha più di 50 anni sono previsti dei fattori di rischio quali:

  • diabete;
  • pressione alta;
  • sovrappeso;
  • fumo;
  • dolore alle gambe durante la deambulazione.

Il controllo è inoltre necessario per tutti i soggetti con malattia aterosclerotica nota in un distretto vascolare (ad es. Stenosi dell’arteria mesoteliale, coronarica, carotidea, succlavia, renale, mesenterica o AAA).

Chi misura l’Indice ABI e perché

I Diabetologi

Chi cura il diabete deve effettuare una valutazione dell’Indice ABI routinaria, in quanto predittiva per la PAD (Alterazioni Arteriopatiche Periferiche), permettendo quindi di evidenziare un deficit perfusivo arterioso.

I Chirurghi Vascolari

Un soggetto a rischio per AOP da sottoporre a screening è il paziente che presenta una sintomatologia a carico degli arti inferiori esacerbata da sforzo o franco dolore a riposo o ischemia critica degli arti inferiori marcati dalla mancanza di polsi periferici iposfigmici o assenti.

Gli Infermieri specializzati in Wound Care: (Ambulatorio infermieristico)

Conoscere l’indice ABI ti permette di bendare con la giusta compressione. Inoltre, rilevare l’indice ABI ti permette di individuare pazienti a rischio di sviluppare una TVP, effettuare una predizione sulla possibilità di guarigione da ulcere, indirizzare il paziente da un chirurgo vascolare per eventuale rivascolarizzazione dell’arto.

I Podologi che si interessano di Piede diabetico

Sono i professionisti che hanno più possibilità di effettuare a monte uno screening predittivo per patologie perfusive che coinvolgono l’arto inferiore. Il loro intervento preventivo può salvare un arto dall’amputazione.

I Cardiologi

L’ABI ≤ 0,9 rappresenta un marker di rischio cardiovascolare nella popolazione generalmente asintomatica per patologia CV indipendentemente dai fattori di rischio. Se il tuo paziente ha una anamnesi positiva per coronaropatia e/o carotidopatia e/o stenosi dell’arteria renale è buona norma calcolare l’Indice ABI.

Chiedi al tuo Medico di Base per Misurare l’Indice ABI

Tabella Valori di Riferimento Indice ABI

Indice di Winsor (ABI) Interpretazione del dato
1.41 o più Non Comprimibile
1.40 – 1 Normale
0.99 – 0.91 Limite
0.90 – 0.51 Anormale
0.50 o meno Severo