News | 8 Ottobre 2018

Tra le piaghe da decubito, la lesione al sacro (o ulcera sacrale/lesione da pressione) è senza dubbio la più frequente, anche per la natura stessa dell’area interessata, caratterizzata da prominenze ossee e quindi da un più sottile strato di cute che la pressione prolungata danneggia maggiormente.
In particolare questo tipo di lesione è riscontrabile in pazienti anziani con ridotta mobilità, ma anche in pazienti disabili o in degenza post-operatoria.

Le cause di sviluppo dell’ulcera sacrale

Le cause che portano alla comparsa di piaghe da decubito nella zona sacrale sono legate a una posizione mantenuta per troppo tempo (postura obbligata) e alla conseguente pressione esercitata a danno della cute e dei tessuti sottostanti nella zona del sacro.

Come per le altre piaghe da decubito, tale pressione prolungata nel tempo comporta la mancanza di un adeguato afflusso di sangue nella zona interessata causando un’occlusione vasale locale che compromette l’irrorazione sanguigna (venosa ed arteriosa) spesso collegate anche ad alterazioni patologiche (cardiache e vascolari, diabete, ictus, ma anche in pazienti sovrappeso o sottopeso).

Il paziente può inoltre diventare più suscettibile allo sviluppo delle lesioni anche a causa di un solo fattore determinato da una riacutizzazione, come ad esempio:

  • un’ossigenzazione non adeguata
  • la febbre
  • la disidratazione
  • scarsa alimentazione
  • inadeguata igiene personale
  • il mantenere posture viziate

La lesione dipende non solo da fattori personali ma anche dai presidi utilizzati che a volte non sono idonei, specie in caso di immobilità prolungata.
È quindi fondamentale applicare tutte le attenzioni necessarie al mantenimento dell’elasticità cutanea e all’ossigenazione dei tessuti utilizzando i presidi necessari per la prevenzione (e coadiuvanti) dell’ulcera.

Cosa favorisce lo sviluppo dell’ulcera sacrale: comportamenti scorretti

È importante ricordare che la piaga da decubito sacrale è una lesione grave, anche se di piccole dimensioni, che può estendersi e aggravarsi molto rapidamente nel giro di poche ore. Sia in fase di prevenzione che di trattamento questo è un concetto che va sempre tenuto presente.

Oltre all’eziologia, esistono comportamenti scorretti che possono peggiorare lo stato della lesione. In particolare quando la persona (allettata o seduta) non dispone di una superficie adeguata o di un presidio efficiente.

Per questo è fondamentale dotarsi di presidi realizzati specificamente per accogliere il soggetto in modo corretto, evitando la formazione di piaghe o, in caso di lesioni già esistenti, di impedirne lo sviluppo e di alleviare il dolore.

piaghe da decubito sacro

L’impegno di Service Med nella prevenzione e trattamento delle piaghe da decubito

Grazie alla continua innovazione e alla sua esperienza nel settore, Service Med offre una gamma completa e specifica di dispositivi antidecubito realizzati per soddisfare tutte le esigenze di prevenzione e trattamento delle lesioni.

Ergonomici, pratici e altamente efficienti, tutti i prodotti Service Med consentono la migliore operatività e facilità di impiego, garantendo il miglior comfort per il paziente.

Purap, per esempio, è stato specificamente sviluppato per intervenire e prevenire al meglio le lesioni della zona sacrale.

Vuoi saperne di più?
Clicca qui per scoprire tutte le caratteristiche di Purap.