Approfondimenti | 5 Dicembre 2018

Insieme alla zona sacrale, quella del tallone è l’area più spesso colpita da ulcere e piaghe da decubito. Nei periodi di allettamento prolungato, e soprattutto in presenza di malattie che impediscono i meccanismi neuromuscolari protettivi, il tallone va infatti soggetto alla formazione di ulcere da pressione, aggravate dall’alta probabilità di mobilità e sfregamento della zona.

Le cause delle ulcere del tallone

Le cause che portano allo sviluppo di questa complicazione nei pazienti allettati sono legate alla natura esposta del tallone e alla conseguente pressione esercitata a danno della cute e dei tessuti sottostanti.

Inoltre, proprio sui talloni, la microcircolazione è fisiologicamente molto scarsa e la cute molto sottile a causa della presenza affiorante dell’osso. A livello strutturale, la prominenza posteriore del tallone sostiene un’intensa pressione sostenendo il peso del piede e della parte finale della gamba.

Per i soggetti allettati la pressione prolungata nel tempo comporta dunque la mancanza di un adeguato afflusso di sangue causando una occlusione vasale locale che compromette l’irrorazione sanguigna (venosa ed arteriosa) spesso collegata anche ad alterazioni patologiche (cardiache e vascolari, diabete o ictus).

Prevenzione e cura delle lesioni da decubito del tallone

Nonostante l’alto tasso di incidenza e i costi sociali ed economici associati a questa complicazione, le lesioni da decubito del tallone risultano ancora poco studiate e spesso, anche in realtà sanitarie, non è stabilito un trattamento specifico per intervenire sia a livello preventivo che terapeutico.

Le linee guida Epuap (European Pressure Ulcer Advisory Panel) hanno però riconosciuto l’importanza di agire secondo uno standard che prevede l’ottenimento della condizione di “galleggiamento”: ovvero con i talloni idealmente privati da qualsiasi forma di pressione.

La soluzione Service Med: Repose Foot Protector

Con la linea Repose Foot Protector, Service Med risponde alle necessità di prevenzione e trattamento delle ulcere da pressione (fino al grado 4) che interessano il piede e in particolare la zona del tallone, garantendo i massimi standard sul mercato e il massimo comfort del paziente.
Cuneo e Foot Protector Plus, in particolare, sono prodotti ad aria, non alimentati, portatili e utilizzabili su più pazienti, in grado di elevare e scaricare completamente il tallone, ridistribuendo il peso della gamba lungo il polpaccio, senza però esercitare pressione sul tendine di Achille.

Sono inoltre

  • Efficaci: scaricano completamente la pressione sui talloni, creando l’effetto “galleggiamento”.
  • Pratici: portatili, facili da predisporre e regolare.
  • Versatili: possono essere utilizzati anche sopra materassi statici o dinamici.
  • Testati: tutti i prodotti sono sottoposti a test preventivi, tra cui la prova di gonfiaggio al doppio della pressione normale e un test di simulazione di 30.000 cicli di pressione.
  • Garantiti: comprovati studi clinici da oltre 20 anni dimostrano la reale efficacia nella prevenzione e nella cura delle ulcere da decubito.
  • Sicuri: pensati per anche i pazienti che tendono a muovere gli arti inferiori (Cuneo) e dotati di sistemi di fissaggio magnetico per mantenere il dispositivo in posizione (Foot Protector Plus)

Scopri tutti i vantaggi della linea Repose