Approfondimenti | 15 febbraio 2018

Rischi del piede diabetico

Il piede diabetico è una della complicanze più serie e invalidanti dell’iperglicemia cronica, tanto da richiedere uno scrupoloso e costante controllo della zona interessante. Se non gestito opportunamente, infatti, il piede diabetico può provocare la formazione di ulcere, piaghe e infezioni che possono intaccare i tessuti limitrofi e portare persino all’amputazione a causa della cancrena.
In presenza di segni sospetti non bisogna quindi perdere tempo, affidandosi subito a cure specializzate e dotandosi di opportune routine e soluzioni per gestire al meglio la situazione.

Piede diabetico: l’importanza del controllo e dei trattamenti

A causa dei particolari danni neuropatici provocati dal diabete, la capacità di percepire il dolore da parte del paziente viene alterata e offuscata, per questo è necessario monitorare costantemente il piede, verificando la presenza di lesioni che possono rapidamente peggiorare a causa della cattiva circolazione dovuta all’arteriopatia.
È quindi fondamentale che il trattamento del piede diabetico si basi innanzitutto su un monitoraggio costante, sulla pulizia dell’ulcera e sul trattamento dell’infezione, ma anche sulla prevenzione di eventuali danni e complicanze.

Foot Protector Plus: protezione e accoglienza per il piede diabetico

Grazie alla sua conoscenza delle necessità specifiche di questa patologia, Service Med offre una soluzione efficace e portatile per la prevenzione e il trattamento (fino al grado 4) delle ulcere da decubito sui talloni.

Foot Protector Plus fa parte della Linea Repose, una gamma di prodotti disegnati specificatamente per l’uso nella prevenzione ed il trattamento delle ulcere da pressione attraverso il principio dell’immersione in un sistema gonfiabile comunicante che permette all’aria di redistribuirsi automaticamente ad ogni minimo spostamento del paziente.

Con il suo design, Foot Protector rappresenta un dispositivo mirato per accogliere il piede diabetico in modo corretto, scaricando totalmente la pressione dei talloni. Inoltre, grazie a un’apertura all’altezza del tallone stesso, permette di aumentare la ventilazione del piede e di facilitare l’accesso al controllo della ferita.

Foot Protector dispone di un sofisticato sistema di fissaggio tramite magneti che, oltre a mantenere il dispositivo in posizione anche durante la movimentazione del paziente, permette la regolazione in base alla grandezza del polpaccio. Può essere utilizzato anche sopra materassi statici o dinamici ed è particolarmente indicato se il materasso non possiede una zona talloni dedicata e autonoma.

Autonomo e sicuro, grazie al suo sistema di gonfiaggio e alla sua valvola brevettata, facile da usare, portatile e utilizzabile su più pazienti, Foot Protector è la soluzione giusta per accogliere e prevenire al meglio le complicazioni del piede diabetico.